Emir Timur - Personaggi famosi - Turkestan Travel
Amir Temur

Emir Timur

Emir Timur è un capo militare e un sovrano che ha giocato un ruolo significativo nella storia dell’Asia centrale, meridionale e occidentale, nonché del Caucaso, del Volga e della Russia. Il comandante, fondatore dell’impero Timurid (1370) con capitale a Samarcanda.

Emir Timur è nato il 9 aprile 1336 nel villaggio di Khodja Ilgar (Jakkabak) vicino a Kesh (Shahrisabz). Secondo la leggenda, nacque con una macchia di sangue sulla mano e i capelli bianchi come quelli di un vecchio, lo stesso si diceva di Gengis Khan. Suo padre, l’emiro Muhammad Taragai, proveniva da una nobile famiglia della tribù turca dei Barlass. Era un uomo influente e godeva di grande autorità a Mawarounnahr. I suoi antenati occupavano un posto degno nei ranghi dell’élite di palazzo di Chagatai Ulus, derivando la loro discendenza dal leggendario leader dei turchi Alan-kuva, e le loro proprietà erano situate intorno a Kesh e Nesef.

Il padre di Timur, l’emiro Taragai, assisteva costantemente al Kurultai di Chagatai Bekes chiamato dal Khan di Ulus sulle rive del fiume II. Nel 1355, sposò la figlia dell’emiro Jaku Barlas Turmush-aga.

L’emiro supremo Mawarounnahr Kasagan, sicuro dei meriti di Emir Timur, gli diede in sposa sua nipote Uljai Turkan-aga nello stesso anno. Attraverso questo matrimonio, l’alleanza di Emir Timur con l’emiro Husain, nipote di Kasagan, è venuta alla luce. Insieme si difesero contro i mongoli. Nel 1356, due figli nacquero ad Emir Timur – Jahongir e Omar Shaikh.

La situazione economica di Mawarounnahr alla fine del XIII secolo e nella prima metà del XIV secolo si deteriorava di giorno in giorno. Questo fu sfruttato da Togluk Timur, Khan del Mughalistan, che raggiunse Kashkadarya nel 1360 senza resistenza. Emir Timur entrò al suo servizio. Ma quando Togluk Timur nominò suo figlio Ilyas Hoja come governatore di Mawarounnahr, Emir Timur non volle servire questo principe, e dopo aver raggiunto un accordo con il governatore di Balkh, l’emiro Husain, Emir Timur entrò in una lotta ostinata con i mongoli.

A quel tempo, i Sarbador – “forca” – dominavano Samarcanda, che combatteva anche contro i Mongoli. Il nome di questo movimento popolare veniva dagli slogan dei suoi partecipanti “O la lotta per la libertà o la testa sulla forca”. Nel 1370, Emir Timur fu incoronato emiro supremo di Turan al Kurultai di Balkh.

E il matrimonio con la figlia del genghiside Sarai Mulk Khanum permise ad Emir Timur di aggiungere al suo nome il titolo onorifico “Guragan”, cioè “genero del Khan”.

Il compito principale di Emir Timur era quello di superare la frammentazione e unire i singoli possedimenti in un unico stato. Scelse Samarcanda come capitale di questo stato, dove iniziò urgentemente la costruzione di mura, una cittadella e un palazzo. Egli costruì una nuova Samarcanda vicino alle rovine della vecchia capitale Sogdiana (la moderna Afrasiab).

Dopo aver unito e sottomesso le terre tra Amudarya e Syrdarya, così come Fergana e la regione dello Shash, Emir Timur iniziò le campagne di conquista.

Il regno di Timur durò 35 anni (1370 – 1405). Creò un vasto impero dall’Indo e dal Gange al Syrdarya e allo Zarafshan, dal Tien Shan al Bosforo, passando la maggior parte della sua vita nelle campagne.

Emir Timur morì nel 1405 in Otrar durante una campagna in Cina.

Durante la vita di Timur, fu scritto un saggio speciale sull’amministrazione dello stato, conosciuto come “Gli ordini di Temur”. È una preziosa fonte storica del Medioevo e consiste di due parti. Contiene la biografia di Temur e gli eventi della sua vita, le opinioni di questo famoso statista e governante militare sull’arte della guerra, la struttura e il governo del paese. Si tratta di un prezioso insieme di leggi che dimostrano che Emir Timur ha creato uno stato centralizzato, dominato e potente.

Creando una grande potenza, Emir Timur ha posto le basi per lo sviluppo economico e culturale del paese. Tradizioni secolari di epoche passate rivivono in un nuovo contesto storico. Man mano che Mawaraunnahr diventava il centro degli scambi, del commercio e della cultura del Medio Oriente, città storiche come Samarcanda, Kesh, Bukhara, Termez, Tashkent, Merv e altre distrutte al suolo dalle orde di Gengis Khan iniziarono a migliorare.

Furono costruite magnifiche strutture come moschee, madrase, mausolei, caravanserragli e bagni. Divenne consuetudine che ogni vittoria o evento fosse immortalato nell’architettura. Emir Timur perseguiva certi obiettivi politici con le sue attività di costruzione – gli edifici che erigeva dovevano dimostrare la forza, il potere e la grandezza del suo impero.

Durante gli anni del suo governo, mise fine alla frammentazione feudale, stabilì relazioni commerciali e diplomatiche con i più grandi regni d’Europa – Francia, Inghilterra, Castiglia. Purtroppo, dopo la morte di Timur, le relazioni commerciali e diplomatiche con l’Europa occidentale non si svilupparono.

La storia mette Emir Timur alla pari con importanti capi militari come Alessandro il Grande, Dario I, Giulio Cesare.

È una delle figure più controverse della storia umana. La nostra conoscenza di lui, basata su varie fonti, ce lo mostra come sovrano, conquistatore, comandante e guerriero.

Share This Article

Ti potrebbe anche piacere...