Abbigliamento Uzbeko - Scoprire Uzbekistan - Turkestan Travel
Uzbek clothes

Abbigliamento Uzbeko

La specificità dell’abbigliamento dei popoli indigeni è stata a lungo determinata dalle condizioni climatiche e domestiche e dalle tradizioni tribali. Nel XIX secolo, l’abbigliamento (abiti, vestiti e camicie) conservava ancora le caratteristiche dell’arcaismo: largo, lungo, a pezzo unico e che cadeva liberamente, nascondendo la forma del corpo umano. L’abbigliamento uzbeko era caratterizzato dalla sua uniformità – i vestiti invernali ed estivi, da uomo, da donna e da bambino erano simili per forma e taglio.

Il tradizionale costume nazionale maschile consisteva in un caldo cappotto trapuntato – chopon, legato con una sciarpa o scialli, un copricapo e stivali di pelle sottile. Gli uomini indossavano una camicia dal taglio dritto in basso e un cappotto in alto. La vestaglia poteva essere leggera o calda, trapuntata con lana di cotone. I lati del cappotto avevano delle fessure per facilitare la camminata e la seduta a terra. Il cappotto Chopon era di solito legato con uno scialle o una sciarpa.

Il costume festivo si differenzia dal costume quotidiano per la bellezza e la ricchezza dei tessuti, dei ricami, ecc.

Il costume delle donne consisteva in una tunica, un abito funzionale del tipo semplice Khan Atlas, e pantaloni – larghi, sottili, stretti in fondo. Il copricapo femminile era composto da tre elementi di base: Berretto, sciarpa e turbante. Gli abiti da festa delle donne si differenziavano da quelli di tutti i giorni per la qualità e la bellezza dei tessuti con cui erano fatti. L’abbigliamento dei bambini uzbeko ripeteva le forme di quello degli adulti. Oltre alle caratteristiche generali, gli abbigliamento uzbeko di ogni regione o tribù avevano la loro specificità, espressa nei tessuti utilizzati, la forma del taglio, ecc.

La tyubeteika – un cappello duro o morbido con fodera – è sempre stato uno dei mestieri più popolari e diffusi in Uzbekistan. La tyubeteika è diventata parte integrante del costume nazionale uzbeko ed è stata integrata nella vita e nelle tradizioni del popolo uzbeko. Le forme più diffuse di tyubeteikas uzbeko sono tetraedriche, leggermente coniche. Le tyubeteikas erano fatte di due o più strati di tessuto trapuntati e fissati con fili di seta o di cotone. La tyubeteika finita era ricamata con filo di seta, oro o argento. Per molti secoli, le donne in particolare hanno padroneggiato l’arte del ricamo tyubeteika. Il motivo floreale, il motivo a forma di mandorla “bodom” – simbolo della vita e della fertilità sono i motivi più comuni che adornano le tyubeteikas. Ampiamente usato nell’ornamento tyubeteikas è il motivo “ilon izi” (traccia di serpente), che svolge il ruolo di talismano.

Le tyubeteikas differiscono da regione a regione per forma, ornamento, segni di simbolismo artistico. La creazione di un particolare tipo di tyubeteikas in questa o quella regione ha influenzato non solo le condizioni naturali, ma anche le tradizioni artistiche storicamente formate in quella regione e il livello generale di sviluppo artistico e culturale. Per esempio, mentre nel Surkhandarya e nel Kashkadarya (specialmente nel Boysun) i tyubeteika rotondi e a forma di cono erano ricamati con fili di seta brillanti e contrastanti, a Bukhara erano per lo più decorati con ricami in oro. Le prime tyubeteika sono state fatte nelle città della valle di Fergana: Chust, Margilan, Kokand e Andijan. I “Gilam duppies” di Shahrisabz erano particolarmente notevoli per la cucitura continua nella tecnica “Iroqi”. A Tashkent, la maggior parte dei tyubeteikas delle donne erano ricamati nella tecnica Iroki a punto croce continuo, dominata da motivi floreali su uno sfondo bianco ricamato. Ai nomi di queste tubeteikas si aggiungeva il nome della città in cui venivano fabbricate: “Chust doppi”, “Kokand doppi”, “Shahrihon doppi”, “Margilan doppi”, “Gilam (Shahrisabz) doppi”, ecc. Le caratteristiche locali erano talvolta espresse così fortemente che l’appartenenza di una persona a questo o quel luogo era determinata dal copricapo.

Share This Article

Ti potrebbe anche piacere...