La festa di primavera di Nawruz - Turkestan Travel
Nawruz

La festa di primavera di Nawruz

Nawruz – un nuovo giorno, un grande giorno del popolo, una festa, il primo giorno del calendario solare. La festa di primavera di Nawruz è la più antica festa tradizionale dei popoli dell’Asia centrale e dell’Oriente. In questa festa di primavera, il giorno e la notte diventano uguali (21 o 22 marzo).

Nawruz è anche considerato una festa di inizio del lavoro agricolo. Nel giorno della festa di Nawruz, si organizzavano feste popolari, si preparavano piatti culinari con verdure fresche e si seminavano alcune colture. In origine, la celebrazione del Nawruz era un’usanza tra i contadini, poi attraverso loro divenne un’usanza dei popoli turchi sedentari e nomadi. Nel corso dei secoli, le usanze dei diversi popoli per celebrare il Nawruz si sono adattate al loro stile di vita e alla loro ideologia.

Secondo le fonti scritte, la festa di Nowruz era una delle feste più importanti dei popoli turchi. Mahmud Kashgari cita molte canzoni popolari dedicate a Nowruz nella sua opera “Divanu Lugatit Turk”. Le informazioni sulla festa di Nawruz si possono trovare in “Memorie delle generazioni precedenti” di Abu Rayhan Beruni, “Nawruznoma” di Umar Khayyam, nelle opere di Alisher Navoi, Zahiriddin Muhammad Babur e altri studiosi. Nawruz è stato celebrato con gioia in Asia centrale come l’inizio del nuovo anno. La gente faceva germogliare il grano e cucinava il sumalak dai suoi germogli, preparava piatti come gnocchi con le verdure, samsa con la menta, organizzava giochi popolari come corse di cavalli, ulak, kurash, faceva feste, cantava canzoni sulla primavera, therma e dastan, eseguiva bakhshi. Nelle zone rurali, il primo giorno del Nawruz, i bambini si riunivano in gruppi e cantavano una canzone sul Nawruz davanti alle porte delle case. Il proprietario di casa ha dato loro dei regali e li ha trattati con del cibo. I bambini hanno dato parte del cibo alle vedove e agli orfani che vivono nel villaggio. Questa tradizione esiste ancora oggi in alcuni villaggi delle regioni di Samarcanda e Jizzakh. Nawruz non era solo una festa del nuovo anno, ma era anche considerata una festa del lavoro.

Durante il regime sovietico, il Nawruz era vietato senza motivo, comprese le feste religiose e le usanze. Con l’indipendenza dell’Uzbekistan, tra gli altri valori, la festa del Nawruz, che aveva acquisito il nuovo volto e carattere, è stata ripristinata. In Uzbekistan, il Nawruz è celebrato come una delle feste più popolari del popolo e il 21 marzo non è un giorno lavorativo. Ogni anno, in questo giorno, si organizzano celebrazioni e concerti nei parchi e nelle piazze di tutte le regioni della repubblica. Diversi giorni di eventi dedicati al Nawruz si tengono nei mahallah, si preparano sumalak e altri piatti deliziosi. Durante i giorni del Nawruz, gli amministratori governativi, gli attivisti del mahalla e gli enti di beneficenza visitano gli orfanotrofi per pietà e i veterani di guerra e del lavoro, si congratulano con loro e presentano loro dei regali. Usanze e tradizioni come canzoni, piatti di Nawruz, sumalak (sumalak sayli), festival dei tulipani (lolamayli) e dei fiori (gul sayli), spettacoli, kupkari, giochi popolari, kurash, concorsi, rituale del bucaneve sono parte integrante di questo festival.

La festa di primavera di Nawruz, come uno degli esempi di patrimonio culturale spirituale, ha preso posto nella lista dell’organizzazione internazionale UNESCO. Insieme al fatto che il Nawruz, che fa parte della storia e della cultura del popolo, ha una lunga storia, è una grande e fiorente festa che si rinnova e si ricrea con noi ogni anno.

Share This Article

Ti potrebbe anche piacere...