Leggenda del Minareto Kalon - Turkestan Travel
Kalon Minor - Bukhara

Leggenda del Minareto Kalon

Molte leggende sono associate al minareto più alto dell’Asia centrale, il minareto Kalon di Bukhara. Il minareto di Kalon è chiamato la Grande Torre, ma ha anche un altro nome, la Torre della Morte. La torre veniva usata per buttare giù i condannati dal Khan. Molte leggende raccontano delle ragazze che furono giustiziate dal Khan.

Una leggenda del Minareto Kalon dice che nei tempi antichi c’era uno Scià. Era crudele e imprevedibile. Era un cattivo governante e passava tutto il suo tempo a divertirsi. Lo Scià aveva una moglie che cercava di aiutare il popolo e migliorare la situazione nello stato. Ma l’ha fatto in segreto per paura di suo marito. Un giorno il segreto fu svelato e lo Scià arrabbiato ordinò che sua moglie fosse gettata giù dalla Torre della Morte. Era una donna intelligente. Alla vigilia della sua esecuzione, chiese al marito di realizzare il suo ultimo desiderio. Ha dato il suo consenso.

Il giorno dell’esecuzione, la donna si mise tutti i vestiti e le gonne e salì sulla torre a testa alta. Tutto il popolo si è riunito intorno al minareto per dare l’addio al loro amato sovrano. La donna saggia si mise con calma sul bordo del minareto e saltò giù. La gente si bloccò, ma nello stesso secondo si levarono tra la folla grida di “Oh, il miracolo”. La donna non è morta perché i suoi riccioli si sono gonfiati con un paracadute e l’hanno fatta sprofondare dolcemente al suolo. Lo Scià ha reso omaggio al coraggio e all’audacia di sua moglie e ha annullato l’esecuzione.

Share This Article

Ti potrebbe anche piacere...